Ultimora

Le Opere alchemiche di Paolo Gioli alla Galleria del Cembalo

A partire dal 24 settembre la Galleria del Cembalo a Roma presenta una grande mostra su Paolo Gioli, dal titolo Opere alchemiche. Oltre ottanta immagini tra fotografia, cinema e pittura che coniugano gli universi visivi dell’artista, che arriva con una grande mostra a Roma dopo tanti anni, almeno dai tempi della rassegna di Palazzo delle Esposizioni nel 1996. In mostra i disegni degli anni Sessanta, i quadri degli anni Settanta e i film, sono messi a confronto con esemplari di serie fotografiche – Sconosciuti, Toraci, Vessazioni, Luminescenti, Volti attraverso – proponendo di volta in volta visioni pop, dadaiste, espressioniste, surrealiste, neoclassiche, barocche e rinascimentali, elaborate sempre mantenendo una straordinaria coerenza di approccio ed elaborazione. Il percorso espositivo racconta inoltre le ricerche di Gioli nell’ambito fotografico, l’uso del foro stenopeico per raccogliere immagini senza macchina fotografica o l’utilizzo inedito della Polaroid che, secondo l’artista «si trasferisce come lo strato di un affresco. L’immagine, staccata dai propri reagenti, dal suo negativo come una pelle dalla carne viva, perde lo smalto-fissatore-protettivo che viene assorbito dalla trama della tela o dallo spessore della carta». Clicca qui per rileggere l’intervista a Paolo Gioli. Fino al 14 novembre, info: www.galleriadelcembalo.it

 

Commenti