Ultimora

Le forme geometriche di Buniva alle Case Romane del Celio

A partire dal 27 settembre, fino al 30 ottobre, l’artista Danilo Buniva presenta alle Case Romane del Celio la mostra personale Geometra autem penitus non intrare, titolo tratto da una frase che Platone fece scrivere sulla porta della sua scuola di studi filosofici. La mostra si presenta come un invito alla conoscenza e all’introspezione, in quanto Buniva conduce lo spettatore in una dimensione sospesa, tra tangibilità delle tele e impalpabilità dei colori che si risolve in forme geometriche dinamiche. Le figure geometriche, che si intrecciano e si susseguono in un gioco di placide simmetrie sono l’espressione più forte ed evidente dei contrasti su cui ogni equilibrio si fonda. Così alla linearità del disegno si contrappongono effetti cromatici distonici quasi ad evocare le infinite sfumature che gli animi, gli umori e i sentimenti possono acquisire. Con le opere di Buniva le case romane del Celio diventano uno spazio senza tempo in cui la forza del passato, attraversando la certezza del presente, alimenterà la proiezione del visitatore verso la magia, imprevedibile e suggestiva, del futuro. La mostra è curata dalla galleria d’Arte Vittoria di Enrico e Tiziana Todi che, dalla sua sede di via Margutta a Roma accompagna il successo di numerosi artisti italiani e stranieri.

 

 

Commenti