Ultimora

La Triennale si prepara per l’evento mondiale: Yoko Ono morning peace

La Triennale di Milano presenta Yoko Ono morning peace, un’adunata mondiale, all’alba del 21 giugno, per celebrare la mostra dell’artista allestita al Moma e il 50esimo anniversario della sua performance newyorkese, Morning Piece to George Maciunas. L’evento ha avuto luogo per la prima volta a Tokyo nel 1964 e un anno dopo a New York, sul tetto del palazzo di Ono al n. 87 di Christopher street. Durante queste performance, l’artista vendeva ai partecipanti riuniti all’alba opere d’arte composte da pezzi di carta dattiloscritti attaccati a vetro e altri materiali. Su ognuna erano indicati una data futura e uno specifico periodo della mattina (per esempio, ”3 febbraio 1987 dopo il sorgere del sole”, ”1 gennaio 1972 l’intera mattina”). Ono spiegava agli acquirenti che potevano vederci il cielo attraverso, offrendo loro la possibilità di possedere qualcosa di intangibile: una mattina futura. In omaggio all’opera originaria, la sua riproposizione in Triennale, è un’adunata all’alba articolata in eventi che si svolgeranno in tutto il mondo, per dare modo alla celebrazione di durare 24 ore seguendo il sorgere del sole nei diversi fusi orari. Ma l’evento non coinvolge solo le istituzioni, l’artista ha infatti dato delle istruzioni per chi volesse ospitare l’evento privatamente, eccole di seguito:

All’alba del solstizio/celebrate le mattine/del passato, del futuro e del presente/Ascoltate il mondo./Toccatevi/al sorgere del sole.

Info: www.triennale.org

 

Commenti