La scuola carrarese dell’Ermitage è la prossima mostra alla fondazione Conti

Carrara

Apre il 13 giugno la mostra Canova e i maestri del marmo, la scuola carrarese dell’Ermitage. L’esposizione è ospitata nel palazzo Cucchiai a Carrara, ora sede della fondazione Giorgio Conti. Nel percorso sono presentate 16 sculture in marmo provenienti dall’Ermitage e sette gessi dall’academia di Carrara. I nomi presentati sono i protagonisti del Neoclassicismo italiano e quindi internazionale. È stato infatti lo zar Nicola I che dopo un viaggio in Italia ha ospitato a Mosca gli scultori carraresi Pietro Tenerani e Luigi Bienaimè, continuando una tradizione che legava la sensibilità russa con l’arte italiana. Fra i protagonisti non poteva mancare Canova presente con l’Orfeo. Abbracciando un periodo che va dalla fine del Settecento alla metà del secolo successivo, la mostra si concentra in particolare sul passaggio dalla scultura neoclassica a quella verista, sottolineando un cambiamento di stagione preciso, dove si determina il passaggio da uno statuto istituzionale e accademico, anche nell’indicare i modelli e lo stile di riferimento, a una committenza prestigiosa, soprattutto per qualità di gusto, oltre che per fama e disponibilità economica, in grado di avviare il marmo e la scultura a nuove fortune. Info: www.fondazionegiorgioconti.it