Hernández, Livelli

La White noise gallery a Roma ha inaugurato Livelli, memory of the empty spaces, la personale di Mar Hernández, realizzata in collaborazione con l’Ambasciata di Spagna in Italia e la Reale Accademia di Spagna di Roma. La ricerca di Hernández parte fotografando luoghi abbandonati e si completa sovrapponendo su di essi strati di una memoria alternativa. Un lavoro che parla di recupero dell’identità, in cui gli spazi diventano testimoni delle trasformazioni, lasciando dentro di sé una traccia di ciò che è stato. Gli interni di spazi ormai in rovina, diventano così salotti vittoriani, quinte teatrali in bilico tra la volontà di conservare le origini e la creazione di nuove tracce. Usando la grafite, l’artista proietta nelle stanze, su muri e pavimenti, le ombre di ciò che è stato e di ciò che potrebbe essere stato creando il disegno architettonico di arredi e interni in modo minuzioso. Info: www.whitenoisegallery.it

Articoli correlati