Ultimora

Oliviero Rainaldi, il Moca gli allunga la mostra Echos di un mese

Le sculture di Oliviero Rainaldi hanno già sedotto il pubblico cinese, tanto che il Moca di Shanghai, dove il 10 aprile è iniziata la mostra Echos, sculptures by Oliviero Rainaldi, è stata già prorogata di un mese. Sarà quindi visibile fino al 24 giugno. Si tratta della prima grande personale dell’artista in Cina. Un’immersione sensoriale, a cura di Peter Benson Miller, che non include soltanto la vista: «Una mostra orizzontale e verticale – come spiega lo stesso Rainaldi – di pieni e vuoti, di esistenza e non-esistenza, di mari e monti». I visitatori potranno ammirare non soltanto gli ultimi lavori dell’artista ma anche le ultime creazioni; circa 45 lavori tra sculture, bozzetti e dipinti a olio, con focus sul suo lavoro e sulla sua evoluzione stilistica. Per l’occasione lo scultore ha realizzato, tra le altre, una straordinaria scultura raffigurante Nettuno, ricorrendo alla sua caratteristica tecnica della retroilluminazione del marmo.

Info: www.mocashanghai.org

Commenti