Ultimora

Arte contemporanea, Alberto Burri testimonial di Umbria Jazz 2015

Una immagine di Alberto Burri come manifesto ufficiale di Umbria Jazz 2015, in programma a luglio. Lo ha annunciato Bruno Corà, presidente della fondazione Palazzo Albizzini, ieri a Milano, spiegando che questo è l’obiettivo a cui sta lavorando. I manifesti di Umbria Jazz riproducono abitualmente opere di artisti contemporanei e nel corso degli anni hanno utilizzato, tra gli altri, dipinti di Nuvolo, Nespolo, Dorazio, Giuman, Venanti. Il progetto di una immagine di Burri, come ricorda il direttore artistico del festival, Carlo Pagnotta, era stato prospettato anche molti anni fa, ma non si riuscì a realizzarlo per la sopraggiunta malattia dell’artista. Tra le iniziative in programma per il centenario dell’artista, il ripristino entro l’estate dell’opera Teatro Continuo, il luogo che Burri aveva concepito come spazio pubblico aperto a tutti nel Parco Sempione di Milano e il restauro e completamento del Cretto di Gibellina in Sicilia che, secondo il progetto originale del maestro, doveva essere di 90 mila metri quadri, mentre ne furono realizzati 65 mila. La prossima tappa è la presentazione dell’opera portata alle sue dimensioni complete entro il prossimo mese di maggio.

Commenti