Ultimora

I finalisti del primo premio Mario Merz

Tutto pronto per la mostra dei finalisti della prima edizione del premio Mario Merz. Il progetto è stato presentato due anni fa sulla Mole antonelliana come a rimarcare il legame con Torino che ha reso famoso l’artista. Alla città piemontese si affianca come partner anche Zurigo che così facendo riesce a fa guadagnare al premio il patrocinio dell’ambasciata di Svizzera in Italia, dell’ambasciata d’Italia in Svizzera, della regione Piemonte, della città di Zurigo e della città di Torino. I finalisti per questa prima edizione, scelti da Lida Abdul, Glenn Ligon, Naeem Mohaiemen, Anri Sala e Wael Shawky, sono Lida Abdul (Kabul 1973), Glenn Ligon (New York 1966), Naeem Mohiemen (Londra 1969), Anri Sala (Tirana 1974), Wael Shawky (Alessandria d’Egitto 1971). Alla sezione arte si affianca anche un riconoscimento per i musicisti, ecco i cinque finalisti: Paolo Boggio (Vercelli 1964), Arturo Corrales (El Salvador 1973), Vassos Nicolaou (Cipro 1971), Cyrill Schurch (Lucerna 1974), Vito Zuraj (Maribor 1979). I nomi scelti sono, inoltre, i protagonisti della mostra che inaugura il 29 gennaio nella biblioteca Della Corte a Torino e chi visiterà l’esposizione avrà la possibilità di votare il proprio artista finalista, preferenza che avrà un peso nell’elezione del vincitore. Info: www.mariomerzprize.org

Commenti