Ultimora

Giuseppe Penone si aggiudica il praemium Imperiale per la scultura

Lamberto Dini, consigliere internazionale del praemium Imperiale, da l’annuncio: è l’italiano Giuseppe Penone, celebre esponente dell’arte povera, a vincere il premio di quest’anno per la sezione scultura. Tra gli altri vincitori il francese Martial Raysse per la pittura, lo statunintense Steven Holl per l’architettura, l’estone Arvo Part per la musica e il sudafricano Athol Fugard per il teatro/cinema. «Penone ed i suoi quattro colleghi – precisa Dini – sono premiati per i risultati conseguiti, per l’influenza da essi esercitata sul mondo dell’arte a livello internazionale e per il contributo dato alla comunità mondiale con la loro attività». Durante la cerimonia di premiazione, a Tokyo il 15 ottbre, ciascun vincitore riceverà un premio di 15 milioni di yen (circa 108.000 euro), un diploma e una medaglia conferita dal Patrono onorario della Japan art association, il Principe Hitachi.

 

Commenti