Giovanna Marinelli nuovo assessore alla Cultura

Roma

La nomina arriverà, con ogni probabilità, entro martedì, ma dagli uffici del Campidoglio assicurano che il nuovo assessore alla Cultura sarà lei, Giovanna Marinelli, già direttore del Teatro di Roma. Il suo era uno dei nomi in lizza per ricoprire questo ruolo strategico. La vacatio, dopo le dimissioni del suo predecessore Flavia Barca, aveva agitato non poco gli operatori del settore. Addirittura gli attivisti del teatro Valle occupato giorni fa avevano simbolicamente occupato piazza Campitelli, sede dell’assessorato, per gridare allo ”scandalo capitolino”, vista l’assenza, per oltre un mese, di una guida politica del comparto culturale della città.
Ora ogni riserva è sciolta, secondo quanto riporta Il Messaggero. Il nuovo assessore è l’ex braccio destro di Gianni Borgna, classe 1947, sposata con due figli. Laureata in Lettere moderne alla Sapienza di Roma, ha tenuto corsi in Economia e managment, arte, cultura e comunicazione alla Bocconi di Milano e in gestione delle risorse e degli eventi culturali alla Luiss business school. Ha fatto parte del consiglio di amministrazione del Palaexpo e, fino al 2007, prima di approdare alla direzione del Teatro di Roma, è stata direttore del dipartimento Cultura della capitale. Una veltroniana di ferro e, assicurano gli operatori del settore, una lavoratrice instancabile. A lei spetterà l’arduo compito di risollevare un settore molto colpito dagli effetti di una malagestione che ha caratterizzato l’ultimo anno.

Forse il suo profilo professionale, unito alla sua consolidata esperienza nel campo, è quello adatto a ridare fiducia e aspettative a strutture come il museo Macro, luogo simbolo dell’arte contemporanea di Roma, per molto, troppo tempo abbandonato a se stesso, senza un direttore e privo dei finanziamenti che gli consentano un’adeguata programmazione.

La vecchia guardia è il baluardo a cui affidarsi per rivedere l’orizzonte? Le credenziali professionali lascerebbero ritenere di sì, la sua credibilità politica anche. La Marinelli, infatti, è un personaggio che dall’insediamento della giunta guidata da Ignazio Marino, ha saputo guadagnarsi la stima dell’intero estabilishment del centrosinistra romano. E non è poco, se si considera che la lacerazione interna alla maggioranza comunale sta condizionando molto l’operato del primo cittadino, sin dall’inizio della sua sindacatura. A lei va, da parte nostra, un guardingo in bocca al lupo.

Articoli correlati