Due punti e a capo - Interventi

Dieci anni di Insideart

Siamo nati negli anni Zero, il 2004 per l’esattezza: l’entusiasmo per il nuovo millennio giaceva seppellito a Manhattan sotto le macerie di Ground Zero, poi di Kabul e Baghdad ma la voglia di fare era ancora tanta. Dieci anni dopo siamo ancora qui. Sempre sotto le macerie, questa volta causate da quella bomba planetaria che ebbe origine nella Wall Street di Lehman e dei suoi fratelli, ma per nulla rassegnati. Ho sempre pensato all’arte come a degli occhiali: uno strumento portentoso per ridare la vista, per vedere meglio se stessi, gli altri, il futuro. “La creatività – diceva Albert Einstein – nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato. Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e disagi, inibisce il proprio talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi è l’incompetenza. Il più grande inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita ai propri problemi”.

Abbiamo sempre rifuggito la pigrizia. È per questo che siamo ancora qui. In questi dieci anni abbiamo cambiato più volte sia la grafica che la linea editoriale (andatevi a vedere alle pagine 90 e 91 un po’ delle nostre copertine). Ma l’idea originale è rimasta costante: valorizzare chi fa arte e renderla fruibile il più possibile. Questa è la nostra strada per dare a tutti buoni occhiali da vista. Naturalmente siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto. Perché tra grandi difficoltà lo abbiamo fatto da soli, senza aiuti pubblici e privati. Perché la nostra linea di sostegno ai giovani è stata vincente, perché il nostro premio, il Talent Prize, è ormai un riferimento generazionale, perché abbiamo costruito una piattaforma multicast (con sito, webtv e social) che cresce ogni giorno di più. Così per festeggiare il nostro compleanno continuiamo a investire e rilanciare, con l’edizione biligue destinata a un pubblico internazionale, che con questo numero inauguriamo, e con molte altre iniziative nella parte web. L’incompetenza che soffoca questo paese non ci avrà! Lo giuro sullo sberleffo di Einstein la cui irriverenza politica soltanto gli occhiali di Warhol seppero cogliere fino in fondo.

Qui le info sul nuovo numero.

Commenti