Ultimora

Il Metropolitan museum rinnova gli spazi per arte moderna e contemporanea

Il Metropolitan museum of art di New York ha in programma di rinnovare i propri spazi per le mostra di arte moderna e contemporanea. «È tempo di rimettere a posto l’ala dedicata all’arte moderna» ha detto al New York Times il direttore del museo, Thomas Campbell. I lavori di ristrutturazione potrebbero includere un ampiamento della terrazza e un nuovo ingresso verso il Central park, dal momento che oggi l’edificio in qualche modo mostra le spalle al parco.
La ristrutturazione, della quale Campbell non ha voluto indicare i costi, potrebbe essere completata entro il 2020, anno nel quale il presigioso museo, che ha fino a sei milioni di visitatori l’anno, festeggerà il suo 150esimo compleanno. L’intervento potrebbe essere attuato grazie ad una donazione del magnate dei cosmetici Leonard Lauder che l’anno scorso donò al Metropolitan la sua collezione di arte cubista, 78 opere di artisti quali Pablo Picasso, Georges Braque, Juan Gris e Fernand Leger. A spingere il Metropolitan a un rinnovamento sono anche le scelte compiute dai suoi diretti concorrenti: il Museum of Modern Art ha già annunciato che amplierà significativamente i propri spazi e il Whitney Museum si trasferirà nel 2015 in un nuovo edificio nella parte sud di Manhattan.

Commenti