Trends

Ricette d’artista

Arte e cibo sono un ottimo connubio. L’Expo 2015 lo consacrerà con una serie di iniziative sviluppate proprio su questo filone, come l’itinerario tra opere d’arte e specialità enogastronimiche che Vittorio Sgarbi e Oscar Farinetti stanno studiando in vista dell’Esposizione universale. Nel frattempo stanno nascendo molte attività concentrate sull’abbinamento tra arte visiva e arte culinaria. Del resto, cosa c’è di più creativo e sensoriale di una buona pietanza preparata in modo da mettere alla prova l’estro, la conoscenza, i materiali, l’abilità, il genio e la manualità dell’uomo? Bologna, ad esempio, è una città che tradizionalmente mette da sempre alla prova le papille gustative dei suoi abitanti. E proprio a Bologna sabato 12 aprile si presenta il progetto Personal foodonsale: un libro di ricette d’artista e un evento gastronomico dove il pubblico potrà gustare una selezione di alcuni piatti tratti dal volume. Una trovata inserita nell’ambito della manifestazione La scienza in Piazza 2014 – Food Immersion (28 marzo -13 aprile 2014) promossa da fondazione Marino Golinelli in collaborazione con il comune di Bologna.

Personal foodonsale parte dall’idea che l’attività culinaria si trovi esattamente al crocevia tra arte e scienza, in quanto è basata su processi chimico fisici ma ispirata e costruita sulla base di concetti astratti e creativi. L’idea è il seguito ideale di Personal effectsonsale, evento basato sull’esposizione e la vendita di oggetti personali appartenuti a 150 artisti contemporanei, tenutosi al padiglione Esprit Nouveau di Bologna nel gennaio 2012. Personal foodonsale, però, mantiene saldo l’interesse verso l’ambito personale e intimo dell’artista, insito già nella precedente edizione, coinvolgendo 50 artisti italiani di diverse generazioni. Sono stati invitati ben 50 artisti, chiamati a interagire con una delle più grandi tradizioni italiane, quella gastronomico culinaria, condividendo una ricetta personale (creata dall’artista o anche solo significativa per la sua storia privata) e accompagnandola a un’immagine che la racconti.

Si attiva dunque in questo modo una connessione tra il cibo e l’esperienza dell’artista, il quale mette in gioco di volta in volta una tradizione legata a una territorialità o a un’origine familiare, un evento storico o un ricordo del tutto privato, una sensibilità individuale spesso collegata alla propria poetica. Le 50 ricette sono state pubblicate in un libro catalogo (Fortino Editions, 2014), una sorta di atlante gastronomico che sarà presentato sabato 12 aprile alle 16 alla libreria Spazio Eventi di piazza Galvani dai curatori e con la partecipazione degli artisti Sergio Breviario, Flavio Favelli, Sissi e Luca Trevisani. Il progetto si conclude con una serata speciale tra cibo e musica. Negli spazi del Laboratorio delle Arti di via Azzo Gardino 65 (piazzetta Pasolini), dalle 19.30 alle 22.30, il pubblico potrà degustare i piatti d’artista tratti dal libro Personal foodonsale al suono di un dj-set, anch’esso ”d’artista” che vede la partecipazione di Dj Baffo, Dj Balli e David Casini.

Info: www.link.bo.it
Per altri contenuti sull’argomento clicca qui.

Commenti