Ultimora

Se le tele di Edward Hopper diventano social

L’artista ucraino Nastya Nudnik aggiorna la lezione del pittore statunitense Edward Hopper, con una mossa che sembra rubata direttamente da Duchamp e i suoi baffi alla Gioconda. Nudnik aggiunge sulle tele dell’artista realista icone tratte dal linguaggio social, stati di Facebook, richieste d’amicizia e cuoricini sono gli elementi di questa intrusione contemporanea che tentano di dialogare con il passato a volte riuscendoci, altre meno.

Commenti