Ultimora

Louis Vuitton, uno spazio per l’arte contemporanea

Dopo Tokyo e Parigi, Venezia e Singapore era atteso anche in Germania. Il 29 marzo l’Espace Louis Vuitton Munchen aprirà le proprie porte nello storico Residenzpost, nel cuore di Monaco di Baviera. L’Espace di Monaco è stato concepito come uno spazio artistico indipendente e si pone l’obiettivo di esplorare nuovi territori nell’universo della creazione contemporanea. Con i suoi oltre 320 metri quadrati di spazio dedicato alle arti, l’Espace di Monaco ha in programma diverse mostre e di un ampio programma di eventi pubblici per incoraggiare nuovi incontri e scambi tra artisti locali e internazionali, professionisti dell’arte, collezionisti e pubblico.
Tutte le mostre e gli eventi sono ad accesso libero e gratuito. «L’apertura dell’Espace Louis Vuitton Munchen dimostra un impegno nei confronti delle iniziative culturali e artistiche della città di Monaco e non solo» dice Michael Burke, presidente e ceo di Louis Vuitton. «Tutti gli Espace Louis Vuitton condividono una visione globale ma allo stesso tempo sono estremamente legati al contesto locale. Con la mostra inaugurale vogliamo onorare la passione, la dedizione e l’impgno nel termine dei collezionisti locali».

E per cominciare, l’Espace Louis Vuitton presenta una mostra collettiva dal titolo No Such Thing As History Four Collections and One Artist (dal 29 marzo all’8 agosto), curata da Jens Hoffmann. Otto nuove opere su commissione della fotografa tedesca Annette Kelm dialogheranno con circa 20 opere di arte contemporanea su vari media provenienti da quattro importanti collezioni private di Monaco: le collezioni Icc, Lorenz/Amandine Cornette de Saint Cyr, Mackert e Wiese.

Commenti