Mattia Preti a 400 anni dalla nascita. Inaugurato un altro dipinto

crotone

La regione Calabria continua nel 2014 le celebrazioni sui 400 anni dalla nascita di Mattia Preti con un primo e significativo evento che è iniziato poco fa a Crotone, dove alle 18 è stata inaugurata l’esposizione nel palazzo Arcivescovile della città del dipinto del Cavaliere Calabrese San Luca dipinge la Madonna con il Bambino, uno dei rarissimi lavori firmati e datati dall’artista. L’iscrizione situata sull’opera (Fra’ Matthia Preti Fecit e la data: 1671), insieme allo stemma, documenta l’appartenenza del celebre pittore all’Ordine dei Cavalieri di Malta. Il progetto di esposizione di questo capolavoro, che proviene dalla chiesa di San Francesco d’Assisi de La Valletta e che rimarrà esposto fino al 9 marzo 2014, è curato da Sante Guido e Giuseppe Mantella.

Complesso e importante il restauro del dipinto curato sempre da Giuseppe Mantella con la collaborazione di Laura Liquori, Ilaria Maretta, Teresa Marras, Francesca Muscat e Fabio Porzio. L’iniziativa è organizzata dal Comitato internazionale celebrazioni per il IV centenario della nascita di Mattia Preti, voluto dal presidente della regione Giuseppe Scopelliti, promosso dalla regione Calabria e presieduto da Vittorio Sgarbi.

Innumerevoli e prestigiosi i patrocini: Accademia nazionale di San Luca di Roma; ambasciata di Malta in Italia; ministero degli Affari esteri; arcidiocesi di Crotone Santa Severina; arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova; direzione regionale Beni culturali e paesaggistici della Calabria; Istituto italiano di Cultura a La Valletta; università della Calabria; fondazione Montecristo.

Alla presentazione intervengono la professoressa dell’università della Calabria Giovanna Capitelli, lo storico dell’arte e restauratore Sante Guido, il restauratore Giuseppe Mantella, il rettore università della Calabria Gino Mirocle Crisci, il sindaco di Taverna Eugenio Canino, l’ arcivescovo di Crotone Santa Severina Domenico Graziani, mentre l’assessore alla Cultura della regione Calabria Mario Caligiuri invierà un messaggio. «Le altre iniziative del 2014 su Mattia Preti sono già state definite e in avanzata fase di organizzazione – ha detto Caligiuri – così come nel 2013, anche quest’anno la Calabria si identificherà con la cultura e Mattia Preti ne sarà, idealmente e visivamente, l’ambasciatore e il testimone».

Articoli correlati