Ultimora

I cento anni dell’american Academy

L’american Academy in Rome, dal 1914 nel palazzo nel cuore del Gianicolo disegnato dai celebri architetti McKim, Mead e White, festeggia cento anni e diventa infrastruttura culturale d’eccellenza della città. Questo il regalo di Roma Capitale all’Accademia per la ricorrenza, celebrata stamattina nella sala della Protomoteca, in Campidoglio, dal neo presidente dell’Academy, Mark Robbins, e dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, alla presenza degli assessori capitolini alla Cultura, Flavia Barca, e alle Periferie, Paolo Masini, e del direttore dell’Academy, Christopher Celenza. Per l’occasione, i rappresentanti delle due istituzioni hanno siglato un’intesa di durata triennale volto a riconoscere e valorizzare il ruolo dell’organizzazione culturale, riconoscendola come eccellenza, e concorrere allo stesso tempo all’internazionalizzazione della città di Roma. Le parti svolgeranno attività congiunte per intensificare e promuovere in modo coordinato e sistematico, creando occasioni di dialogo e confronto interculturale in campo storico, umanistico, artistico, archeologico, architettonico, dello sviluppo delle periferie e dei centri urbani. Al centro di questo percorso ci saranno i simposi organizzati annualmente dall’american Academy – il primo si è svolto oggi – che avranno sede nella sala della Protomoteca in Campidoglio.

 

Commenti