Trends

Freestyle, roba da Red Bull

C’è il breakdancer Neguin, che balla la Capoeira e snoda il suo corpo acrobatico per sentirsi più libero, c’è il duo di musica Hip Pop TNGHT, che governa le Jam session in tutto il mondo, c’è Danny, che sfida la gravità con la sua bicicletta e poi Ryan, lo skateboarder che vola sull’asfalto tagliandolo con traiettorie  geometriche e perfette. Tutti questi talenti hanno una cosa in comune: sfidano in continuazione i propri limiti, si mettono in discussione, applicano un metodo creativo alle loro attività ed esigono il meglio da se stessi. Sono queste le storie che hanno appassionato Red Bull, tanto da essere state scelte come simbolo della nuova campagna World of Red Bull 2014, che da metà gennaio popola la rete, il cinema e la Tv per mostrare in maniera spettacolare ed emotiva cosa ha ispirato e motivato tanti atleti a spingere sempre più in là i propri confini e a entrare in territori fino a poco prima inesplorati. Un viaggio fino all’origine dell’adrenalina, dove il concept di una campagna pubblicitaria diventa  l’essenza del messaggio, riassunto nel celebre claim #TiMetteLeAli.
[rawcode]
Quello di Red Bull è un inno alla creatività corporea e artistica, uno stimolo culturale in salsa freestyle: atleti e artisti che vivono la loro sfida come mezzo per esprimere se stessi, lanciare un messaggio, creare dibattito e rispondere in modo autentico e vivace alle tendenze underground più in voga del momento. Nella storia di ognuno di questi ragazzi, infatti, si nasconde un percorso fatto di traguardi, esperienze ed esibizioni. Ma c’è anche molta umanità e quotidianità.

Come nel brasiliano Neguin, un ragazzo semplice, umile, già campione nell’edizione 2010 del Red Bull BC One championship che si è svolta a Tokyo, che quando balla pensa alla sua famiglia, ai suoi affetti e alla sua terra e che sfida i suoi “avversari” nelle competizioni guardandoli fissi negli occhi come se dovesse dimostrare loro tutta la sua forza. E di forza ne serve parecchia per sostenere i suoi equilibri.
Come ne richiede la bici di Danny MacAskill, un professionista scozzese del bike trial. Da meccanico a ciclista a tempo pieno, fino a spopolare con i video delle sue performance e a essere scritturato come stuntman da alcune produzioni cinematografiche. Ma sempre con lo stesso spirito, racconta egli stesso, quello del bambino che corre con la sua bicicletta. Una qualità che ne fa un ragazzo di talento nella vita e sbalorditivo quanto reale nelle sue evoluzioni sulle due ruote.

Stesse qualità, ma su un diverso supporto, da due a quattro ruote, quelle dello skateborder statunitense Ryan Sheckler. La sua una passione che si è installata dentro di lui sin da bambino e ora è diventata una ragione di vita, in tutti i sensi, tanto che in base alle nuove sfide e traguardi ricorre a terapie fisiche per adattare il suo corpo agli esercizi sempre più difficili. Una disciplina molto difficile, la sua, che richiede grandi doti balistiche da sprigionare a velocità molto sostenute. Ma le sue attitudini lo aiutano a sopportare qualunque sforzo. Un concentrato di determinazione fatta ferocia, soprattutto quando deve gareggiare, tutte qualità che lo hanno reso subito simpatico a Red Bull. Come anche il duo di musica elettronica e Hip Pop TNGHT composto dallo scozzese Hudson Mohawke e dal canadese Lunice. Nel loro caso l’individualità è superata. Traggono la loro forza dallo stare insieme. Del resto sono due artisti molto complementari, ma che condividono la serietà nel loro lavoro. E il loro lavoro è fare musica, far battere le casse con il loro rap, risultato di un lavoro molto meticoloso fatto su ogni singolo tono. Come tutti i creativi di talento hanno una particolare affinità con la dea ispiratrice. Nei loro successi, ballati e ascoltati in tutto il mondo, traducono la realtà che sentono in note e la fanno battere, fino a farne dei sounds unici e di grande impatto.

A questi ragazzi ricchi di passione si è affidata Red Bull per la sua prossima campagna pubblicitaria. Un concentrato di dinamismo e vivacità, di genio creativo e inventiva. Uno spaccato di stile e passione.

Commenti