Ultimora

Teatro dell’Opera, è l’ora della verità

Ieri è scaduto il cda del teatro dell’Opera. Adesso bisogna nominare il nuovo, con i nuovi vertici. Una decisione che spetta al comune di Roma, alla regione Lazio e al ministero dei Beni e delle attività culturali. Obiettivo, molto auspicato dall’assessore capitolino alla Cultura Flavia Barca, è quello di esprimere un forte segnale di discontinuità con il passato e mettere il maestro Riccardo Muti nelle condizioni di poter lavorare al meglio. Per quanto la passata gestione, sovrintendente è Catello De Martino, abbia tenuto a precisare in una nota che i conti del teatro sono in attivo da ben tre anni. Possibili nomine? Da tempo si parla di Carlo Fuortes, attuale amministratore delegato dell’Auditorium e commissario del teatro Petruzzelli di Bari.

Commenti