Ultimora

Il totonomine delle istituzioni culturali nella Capitale

«Ho letto sui giornali alcune indiscrezioni sulle nomine nelle Istituzioni culturali della Capitale, non sappiamo se veritiere. La Regione avanzerà le sue proposte e ritiene utile aprire un confronto con gli altri attori istituzionali». Questa è stata la replica di Nicola Zingaretti, governatore del Lazio, ai rumors pubblicati oggi da Repubblica sul totonomine delle principali istituzioni culturali della città di Roma. Nella paginona del quotidiano si leggono una serie di indiscrezioni, molte delle quali già sulla bocca di tutti gli addetti al settore, che riguardano i ruoli di vertice di molti enti culturali e artistici. Si parte dal Macro, su cui si sta alzando un polverone (per saperne di più leggete l’articolo cliccando qui). L’assessore comunale di Roma alla cultura Flavia Barca sta complicando la vita al sindaco Ignazio Marino. Ha declassato il Macro e ora temporeggia a nominare un direttore. In lizza ci sono Bartolomeo Pietromarchi, molto caldaggiato dall’associazione Amici del Macro di Beatrice Bulgari nonché direttore uscente, Danilo Eccher, già direttore del museo ai tempi di Veltroni, Ludovico Pratesi e Anna Mattirolo, attuale direttrice del Maxxi, sezione arte contemporanea. La Barca ha promesso che sarà emesso a brevissimo un bando pubblico e saranno esaminati i progetti di rilancio del museo presentati dai candidati. Per quanto riguarda la sovrintendenza capitolina alla cultura il dopo Broccoli potrebbe finire nelle mani, e nell’ingegno, di due dirigenti interni come Claudio Parise Presicce e Alberta Campitelli. Al Palaexpo l’attuale direttore Mario De Simoni ha un mandato che scade il 31 dicembre. Poi sarà un bando pubblico a stabilire il successore. I teatri, invece, hanno un destino già segnato. Al Teatro di Roma Gabriele Lavia passerà il testimone a Ninni Cutaia, mentre al teatro dell’Opera il rischio commissariamento è scongiurato: il 3 dicembre quando il cda sarà scaduto ne entrerà in funzione un altro e a rimpiazzare il soprintendente Catello De Martino sarà Carlo Fuortes.

Commenti