Stop ai privati per il teatro Marcello, revocato il bando

Roma

È stata la giunta capitolina a revocare la gara per dare in concessione a privati l’area archeologia del teatro Marcello. Il bando era partito sotto la giunta Alemanno e fu fortemente criticato per la paura di ritrovarsi un monumento così importante svenduto a privati e non curato dal comune. Il motivo della revoca è «Individuare la soluzione più conveniente e opportuna per la gestione del teatro Marcello – dice Caludio Parisi Presicce, sovrintendente capitolino e continua – da quel bando non si evinceva, in un arco di tempo così lungo, il ritorno economico e la riqualificazione del bene». Il bando infatti prevedeva l’affidamento ai privati per ben vent’anni.