Ultimora

Sabato torna Una notte al museo. Musei aperti fino a mezzanotte

Sabato prossimo ci sarà il quinto appuntamento di Una notte al museo, con l’apertura straordinaria dalle 20 alle 24 dei principali musei statali italiani. Lo rende noto il ministero dei Beni culturali e del Turismo, la cui direzione generale per la valorizzazione promuove l’iniziativa, che questo mese sarà orientata al tema della solidarietà: nelle strutture aderenti al progetto infatti sarà possibile aiutare la popolazione della Sardegna, gravemente colpita dall’alluvione dei giorni scorsi, partecipando alla raccolta nazionale promossa dalla Croce Rossa Italiana. «Una notte al museo – ha detto il ministro Massimo Bray – permette a cittadini e turisti di visitare, fuori dai consueti orari di visita, il nostro patrimonio culturale. Una proposta che incontra sempre più consensi, in particolare tra i giovani». Negli ultimi sei mesi i visitatori dei siti culturali statali sono cresciuti del 5%, incremento dovuto, in parte, anche al successo di Una notte al museo. L’iniziativa ha visto quadruplicare gli ingressi rispetto alla prima edizione dello scorso 27 luglio che ne aveva fatti registrare circa tremila. Alla quarta apertura notturna (del 26 ottobre) i visitatori sono stati quasi dodicimila. L’edizione di sabato prossimo sarà ricca di eventi di musica, danza, teatro e attività dedicate a tutti i tipi di pubblico. A Roma al museo nazionale di Villa Giulia, sarà possibile immergersi in profumi e fragranze provenienti dall’antico Egitto e dal mondo etrusco e ammirare una preziosa maschera egizia del VII secolo a.C.; alle Terme di Diocleziano la celebre banda della Marina militare si esibisce nell’inedita presentazione di un repertorio jazz, mentre palazzo Barberini si anima sulle note di Giuseppe Verdi nel Gran Ballo in costume dell’Ottocento, con la compagnia di danza storica diretta da Nino Graziano Luca che ripropone le magiche atmosfere del Gattopardo e di Via col Vento. A Milano, nella cornice della Pinacoteca di Brera, l’attore Vincenzo Bocciarelli declamerà brani classici sul tema Anima Migrante, mentre al museo archeologico nazionale di Napoli, al Castello Svevo di Trani, alla Galleria nazionale d’Arte Moderna a Roma e alla Reggia di Caserta risuoneranno le note di celebri brani di musica classica e moderna. E ancora, sono previste performance teatrali, visite guidate, giochi di improvvisazione per bambini e tante altre iniziative per una notte all’insegna dello svago, dell’arte e della bellezza. Per l’elenco completo degli eventi e degli istituti che aderiscono all’iniziativa Una notte al Museo, si può consultare il sito www.beniculturali.it e www.valorizzazione.beniculturali.it.

Commenti