Ultimora

Castelvecchi pubblica gli scritti di Benjamin Britten

Via avevamo gia parlato di Benjamin Britten e del suo centenario dalla nascita, ora Castelvecchi sta per pubblicare un libro del compositore inglese intitolato La musica non esiste nel vuoto. La Repubblica di oggi ne riprende qualche estratto: “Certo, scrivo musica per gli esseri umani, in modo deciso e diretto. Prendo in considerazione le loro voci: l’estensione, la potenza, la sottigliezza e le potenzialità di colore. Esamino gli strumenti che essi suonano: le loro sonorità più espressive e più adatte, se ho inventato uno strumento (ad esempio le tazze da tè a percussione di Noye’s Fludde) l’ho fatto avendo in mente il piacere che giovani esecutori ne avrebbero potuto ricavare”.

Commenti