Renato Pasmanik

Queste sono alcune delle fotografie di Renato Pasmanik che hanno incantanto il pubblico alla Galleria Gomiero di Milano fino al 17 novembre. Una mostra dedicata all’ultima produzione fotografica del quarantaquattrenne fotografo brasiliano. lntitolata Un Regard Silencieux, è stata la prima personale italiana del fotografo, espressamente realizzata in collaborazione con la Galerie Jef di Parigi. In mostra c’era una selezione di stampe digitali su carta Hahnemühle, che costituisce il corpus di questa serie dedicata alla fotografia di paesaggio, nella quale emerge la sensibilità di Pasmanik nel cogliere alcune delle più affascinanti trame terrestri. Sin dal 1998, Pasmanik ha gradualmente costruito immagini di forte impatto poetico, capaci di combinare in un tutt’uno aspirazione al sogno e realtà. Il lavoro di Pasmanik si muove agile al di sotto della nozione del tempo e le sue fotografie sono una testimonianza disarmante dell’immensità della natura che ci sovrasta. Renato Pasmanik ha fotografato alcuni dei luoghi più affascinanti e impervi della terra: dall’Antartico al Lençois Maranhenses, una regione remota e desertica del Brasile, al Pantanal, una delle zone più umide della terra, fino al continente africano, al quale si è dedicato recentemente.