Il Fai inaugura il ciclo di incontri sull’archeologia capitolina

Roma

Il Fondo ambiente italiano, in collaborazione con la Soprintendenza speciale per i Beni archeologici di Roma, organizza un ciclo di incontri dedicati all’archeologia dal titolo Dal sottosuolo la storia della città. Aggiornamenti sull’archeologia a Roma. Con questi incontri, che si terranno al museo nazionale romano di palazzo Massimo alle Terme in largo di Villa Peretti 1, a Roma, il Fai offre ai cittadini l’opportunità di essere informati sulle ricerche più recenti e apprezzarne il contributo per la ricostruzione della storia della città. La prima conferenza, in programma domani, presenterà gli straordinari risultati degli scavi condotti a piazza Venezia per la realizzazione di una delle stazioni della metro C (il relatore sarà Mirella Serlorenzi). Le indagini preventive condotte in piazza Venezia per la realizzazione delle uscite della metro C sono state un’occasione straordinaria per ricostruire la storia di un’area cruciale del centro cittadino. Piazza Venezia, infatti, rappresenta, nella topografia antica, un luogo di cerniera tra la zona dei Fori Imperiali e il Campo Marzio. Come in ogni scavo urbano, è stata recuperata una stratigrafia molto complessa, mettendo in luce non solo elementi importanti dell’urbanistica romana, ma anche strutture fondamentali per seguire le vicende della città nell’alto medioevo e le sue trasformazioni nella piena età medievale e rinascimentale, fino a giungere alle più recenti modifiche del secolo scorso. Questo affascinante racconto è stato possibile grazie all’utilizzo corale di tutte le fonti a disposizione, dai documenti d’archivio ai resti murari, dalla catalogazione delle pregiate ceramiche fino alle analisi chimiche di ogni reperto, con il fine ultimo di restituire alla città una pagina del suo passato millenario. La seconda conferenza, in programma mercoled 11 dicembre, si soffermerà sulle indagini archeologiche che da anni interessano le pendici del Palatino tra l’arco di Tito e l’arco di Costantino (relatori: Clementina Panella e Lucia Saguì). La terza, in programma mercoledì 12 febbraio 2014, sarà dedicata all’interpretazione dell’evidenza archeologica come fonte di conoscenza per indagare la storia dei terremoti del passato (relatore: Fabrizio Galadini).

info: http://www.fondoambiente.it/Chi-siamo/Index.aspx?q=roma