Al via la Conferenza nazionale del cinema

ROMA

Il ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo ha indetto la Conferenza nazionale del cinema con lo scopo di individuare strategie propositive che in ambito nazionale e internazionale contribuiscano a dare vigore al nostro cinema. Una prima fase, il 5 di novembre, vedrà riuniti presso il Centro sperimentale di cinematografia tre tavoli di discussione, intorno ai quali specialisti del settore analizzeranno le peculiarità dell’industria cinematografica, anche nei confronti dell’Europa, le dinamiche di mercato, i nuovi modelli di distribuzione, le norme e i meccanismi che regolano le modalità di finanziamento pubblico. Più di 250 addetti ai lavori tra produttori, registi, professionisti e tecnici del settore, hanno risposto all’appello del Ministro con l’intento di contribuire con proposte e approfondimenti allo sviluppo del settore cinematografico. La Conferenza nazionale del cinema si pone, quindi, come obiettivo quello di rafforzare la sinergia tra presenza pubblica e industria, con un dialogo attivo tra le parti produttive, per far sì che cultura e mercato non siano voci alternative e intermittenti di un dibattito perenne, ma le specifiche parti di un discorso unitario finalizzato a un risultato comune. Conclusioni e relazioni di sintesi verranno esposte sabato 9 novembre nel corso del Festival Internazionale del Film di Roma, alla presenza del ministro, Massimo Bray.

Articoli correlati