Tweet si gira, il libro di Noto sul cinema dell’era Social

roma

L’industria cinematografica vive oggi una fase di profondo cambiamento che la pone dinnanzi a nuove sfide e al superamento di problematiche storiche. Un mutamento molto rapido, accelerato dall’esplosione della comunicazione social e digital che ha stravolto le regole di marketing e comunicazione in tutti gli ambiti della vita quotidiana. Alessandro Noto, trentenne modicano, consulente marketing e comunicazione della Federazione italiana scherma, con il pallino per la settima arte e per i social network, spiega nel suo secondo ebook Tweet si gira come il mondo del cinema possa sopravvivere e crescere nel mondo dei social network. «Il cinema, come misery, non deve morire. Il suo dna virale, direi social, apre le porte a un cambiamento inevitabile» ha spiegato l’autore. Alessandro Noto osserva sia i cambiamenti del cinema che quelli dei social network; contribuisce già da anni con i suoi blog a commentare, interagire e approfondire entrambi questi universi, ha scritto nella prefazione dell’ebook Cristina Casati. In questo ebook sfrutta la natura multimediale del mezzo, inserendo link e citazioni cinematografiche, per sottolineare gli argomenti trattati. Con le sue osservazioni Alessandro Noto ci rassicura, la settima arte non morirà, siamo solo di fronte all’opportunità molto affascinante di una sua evoluzione. Le produzioni e le distribuzioni devono cogliere la sfida e interagire sempre di più con il loro pubblico. Dal suo punto di vista di attento spettatore molto coinvolto, consumatore sia di cinema che di social network, l’autore analizza le opportunità che le major cinematografiche e le distribuzioni indipendenti ricercano per far sì che un film diventi un grande successo. Il cinema deve fare i conti con nuove impostazioni e nuovi paradigmi la cui analisi costituisce il cuore pulsante di questo libro.

Articoli correlati