Sculture di carta

Cosa succede quando le pagine di una rivista si convertono in scultura? Gemis Luciani, classe 1983, concentra la sua ricerca e il suo lavoro sulla manipolazione e sull’assemblaggio di oggetti comuni (stampati), come riviste di design, architettura, moda ed elenchi telefonici, ai quali dona un nuovo e diverso statuto. Degli oggetti cartacei non resta più niente, se non i loro margini colorati, che, sovrapposti in molteplici strati, formano dei collage che vengono montati ed esposti direttamente sulle pareti. Grazie a questa sintesi tra oggetto quotidiano, oggetto artistico e architettonico, Luciani priva le pagine dei giornali della loro funzione primaria e le trasforma in meri oggetti estetici.

Articoli correlati