Il progetto delle metaresidenze presentato a Milano

Milano

Si chiama Artists hosting artists e il 25 ottobre aprirà le porte di Vegapunk, laboratorio e spazio espositivo in zona Porta Venezia a Milano. Il progetto parte da lontano, nato un paio d’anni fa dall’artista spagnolo Miguel Guzmán Pastor, che si è inventato l’idea delle MetaResidencies, riproposta anche lo scorso settembre nello spazio The blank residency di Bergamo. L’organizzazione prevedeva che ogni artista selezionato per il progetto avesse 2 ore di tempo e un contributo simbolico di 2 euro a disposizione per compiere un intervento o realizzare un’opera d’arte all’interno dello spazio scelto. Le azioni, per la maggior parte multimediali ed effimere sono realizzate per innescare un incontro costruttivo con il pubblico e un cambio di percezione del tempo, dello spazio e del contesto. A Milano proprio Miguel Guzmán Pastor e Simona Da Pozzo presenteranno i processi e i residui degli interventi realizzati precedentemente dagli artisti ospiti del progetto a Bergamo. Contemporaneamente in diretta streaming  Miguel Guzmán Pastor sarà connesso da Stoccolma, dove ha replicato la stessa iniziativa.

Articoli correlati