Fos, materializzare la luce

Si può materializzare la luce, farla diventare concreta? Sì, almeno così dimostra un gruppo di giovani artisti internazionali che hanno preso la Spagna come casa base. Il nome del team è Fos che in greco significa luce e in catalano fuso. Sono tre le persone dell’equipe (Susana Piquer, Julio CalvoEleni Karpatsi) tutti con formazioni diverse che hanno unito la loro passione comune: l’arte. Il loro ultimo lavoro è, appunto, la materializzazione della luce. Davanti alla porta di un ristorante vegano (Rayen a Madrid) i tre hanno dipinto in giallo la forma che descrive la luce sopra l’entrata. Si costruisce così un gigantesco triangolo giallo che taglia come una lama tutto ciò che incontra nel percorso, dal tavolino sul marciapiede al quadro sulla parete.