Ultimora

Uffizi, restaurato da privati il busto di Antonia Minore

Restaurato il busto lapideo della cosiddetta Antonia Minore, pregevole marmo degli inizi del I secolo d.C., esposto nel primo corridoio della galleria degli Uffizi. La presentazione si è tenuta nella Sala del Cavallo, già nota come sala dell’uscita Buontalenti, collocata al piano terra del complesso vasariano (Logge di Ponente) e attualmente allestita come Antiquarium di antichità romane. Erano presenti il soprintendente del polo museale Fiorentino Cristina Acidini, il direttore degli Uffizi Antonio Natali, il direttore del dipartimento di Antichità classiche della galleria Fabrizio Paolucci e la presidente dell’associazione Mercurio Carla Lucatti. L’intervento, dedicato all’Elettrice Palatina, è stato reso possibile dall’associazione amici degli Uffizi con i fondi raccolti dall’associazione Mercurio e con il sostegno delle sezioni soci coop di Firenze, grazie all’iniziativa Regalati un restauro, i mai visti. Per il quinto anno consecutivo, infatti, fra dicembre e gennaio, infatti, le guide professioniste dell’associazione Mercurio hanno svolto gratuitamente visite di accompagnamento culturale alla mostra L’alchimia e le arti. La fonderia degli Uffizi da laboratorio a stanza delle meraviglie, allestita negli spazi delle reali Poste degli Uffizi, raccogliendo donazioni volontarie per il restauro del busto. Grazie anche all’adesione di tutte le sezioni soci della coop di Firenze sono stati raccolti 1.845 euro dai quasi 400 partecipanti alle visite che, con un’offerta di 5 euro, hanno potuto contribuire a questo restauro.

Commenti