Ultimora

Via libera di Ornaghi al decreto per il cinema italiano

Dopo anni di attesa è stato firmato dai ministri Corrado Passera e Lorenzo Ornaghi il regolamento che dà attuazione al decreto attuativo della legge voluta da Walter Veltroni, che regola i rapporti tra cinema e televisione. Nella normativa si stabilisce l’obbligo per le emittenti televisive di investire nelle produzioni e programmazioni di film italiani. Adesso la Rai sarà tenuta a investire il 3,5% dei suoi introiti netti per realizzare o acquistare opere cinematografiche nazionali. Questa boccata di ossigeno per il cinema italiano si tradurrà in un gettito di risorse quantificabile tra i 20 e i 40 milioni di euro per le produzioni di film italiani. E, aspetto non irrilevante, impedirà ai broadcast italiani di spendere per acquistare fiction estere in luogo dei film made in Italy.

Commenti