Personaggi

Talent, vince Yuri Ancarani

Il Talent Prize 2012 ha il suo vincitore: Yuri Ancarani con l’installazione dal titolo La malattia del Ferro. Gli altri finalisti sono: Paola Anziché con il video A Clara; Ludovica Carbotta con la foto dal titolo Il mio spazio; Gabriella Ciancimino con il video Dalla terronia con furgone; Luigi Coppola con il video On Social Metamorphosis; Andrea Nacciarriti con il video untitled [7 x 9 + 1]; Valerio Rocco Orlando con la foto ¿Qué Educación para Marte?; Luca Pozzi con l’installazione wall String #06; Tamara Repetto con l’installazione Anosmia; Valentina Vetturi con l’installazione Un viaggio. Il premio speciale Metaenergia per l’arte va, invece, a Tony Fiorentino con il video Cleaning a Lamp for Street Lighting.

Ieri, a villa Carpegna, sede della Quadriennale di Roma, i giurati – Luca Massimo Barbero, curatore associato Peggy Guggenheim Collection, Eduardo Cicelyn, direttore del Madre, Alberto Fiz, direttore del Marca, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Anna Mattirolo, direttore del Maxxi, Ludovico Pratesi, direttore del Centro Arti Visive Pescheria, ai quali si aggiungono Marie Fernandez direttore attività espositive e visive del Comune di Lille e naturalmente Guido Talarico, ideatore del premio e direttore ed editore della rivista Inside Art – si sono riuniti per decretare il vincitore e i finalisti della quinta edizione del Talent Prize che ha visto la partecipazione di oltre 1.400 artisti.

La conferenza stampa si è svolta oggi, a palazzo Farnese, alla presenza dell’ambasciatore di Francia in Italia, Alain Le Roy, del consigliere culturale dell’Ambasciata francese, Eric Tallon, dell’Assessore alle politiche culturali e Centro storico di Roma Capitale, Dino Gasperini e al Vicepresidente di Metaenergia, Francesco Pizzo. L’importante novità di quest’anno è lo sbarco ufficiale del premio sulla scena internazionale grazie alla partnership con la città di Lille.

Il partenariato culturale con la città francese presente nella capitale con l’Atelier Wicar, infatti, consentirà al vincitore del Talent Prize di ottenere una residenza d’artista nella città francese e di esporre il suo lavoro durante la mostra Format à l’italienne, prevista a Lille nel mese di settembre 2013. Lo stesso accordo permetterà agli artisti francesi ospiti dell’Atelier Wicar di partecipare alla mostra conclusiva del Talent Prize in Italia.

Il vincitore del Talent Prize, oltre alla residenza d’artista a Lille per tre mesi, si aggiudica un premio acquisto di 10mila euro e, con i finalisti e il vincitore del premio speciale Metaenergia per l’arte, parteciperà alla mostra conclusiva prevista a metà novembre alla Pelanda, a cura di Jessica Pantangelo e Sasvati Santamaria dello Ied di Roma. Al vincitore, ai finalisti e al premio speciale verrà, inoltre, dedicato un approfondimento sul mensile Inside Art e il catalogo della mostra.

Ma l’avventura del Talent Prize non finisce qui. Presto le opere dei finalisti potranno essere votate dagli utenti del sito di Repubblica che selezioneranno così il vincitore del premio repubblica.it.

Tutte le opere dei partecipanti invece potranno essere votate sul sito www.insideart.eu e la più cliccata sarà esposta alla mostra finale insieme agli altri vincitori.

 

Le opere dei finalisti sono visibili sul sito www.talentprize.it

 

 

 

Commenti