Modena, borse ecosostenibili da striscioni pubblicitari

Contemporanea e raffinata come le fotografie di Anna Malagrida; ironica e originale come le opere di Christian Holstad; romantica come le immagini conservate nel baule della nonna. Ma soprattutto sostenibile. E’ la nuova linea moda Per Grazia che come materia prima, invece di stoffa o pelle, utilizza il Pvc dei banner pubblicitari delle mostre della Galleria Civica e del Museo della Figurina di Modena e li trasforma in borse e accessori che coniugano arte e attenzione all’ambiente, in vendita da novembre nei bookshop dei musei. Per chi si fosse mai chiesto che fine facciano striscioni e teloni pubblicitari delle mostre d’arte una volta finita la rassegna, la risposta è: vengono buttati via, perché troppo sporchi dopo essere rimasti a lungo affissi in strada e troppo ingombranti per essere conservati senza piegarli, provocandone la rottura. La soluzione l’hanno trovata i due musei modenesi, individuando il modo di riciclare e dare nuova vita a questi materiali, abbattendo così l’impatto che ogni mostra ha sull’ambiente a causa dei rifiuti generati. La linea "Per Grazia" recupera le pubblicità delle mostre e le trasforma grazie alla fantasia e l’impegno delle studentesse e aspiranti stiliste dell’Istituto professionale Grazia Deledda che hanno costituito ad hoc un’associazione scolastica cooperativa alla quale i due musei devolvono il materiale a titolo gratuito.