Faenza, salta il festival d'arte contemporanea

Addio Festival dell’arte contemporanea. A quattro anni dalla nascita, l’evento organizzato con la collaborazione dell’assessorato alla Cultura di Faenza annuncia il divorzio con la città natale. Il motivo, gli organizzatori lo spiegano in un comunicato stampa divultago in giornata, che riassume il confronto concluso nei giorni scorsi con il Comune: "Non esistono le condizioni territoriali per realizzare la prossima edizione del festival e per sostenere l’impegno necessario al percorso di sviluppo che questo progetto culturale, così come è stato pensato e progettato, richiede, tanto sul piano locale, che su quello nazionale e internazionale". Un saluto amaro quello che emerge dai toni dell’organizzazione, che pur ringraziando la collaborazione con l’amministrazione e con tutti i volti economico-culturali cittadini, non nasconde le preoccupazioni per il futuro di Faenza: "La grande preoccupazione – continuano – è che oggià la città non perda, insieme al festival, tutto l’investimento e l’impegno indirizzato verso questa prospettiva. L’augurio è che quindi Faenza rimanga una città aperta al nuovo, con tutti gli spazi, i progetti, le relazioni che sono nate e sono cresciute in questi anni, stimolate da questa grande sfida".