Esce in "e-book" opera postuma di José Saramago

Un libro inedito dello scrittore portoghese Josè Saramago, Premio Nobel per la Letteratura 1998 morto all’età di 87 anni il 18 giugno 2010, esce prima in ebook e poi in edizione cartacea. Si tratta di Claraboia (Lucernario), un romanzo scritto dal giovane Saramago agli inizi degli anni Cinquanta, poco dopo il suo esordio con Terra del peccato del 1947. L’opera postuma è ora disponile in versione digitale al costo di euro 9.45 e il 17 ottobre la casa editrice Caminho di Lisbona distribuirà il libro (euro 18,50) in Portogallo e Brasile. La traduzione italiana e quella spagnola (catalano e spagnolo) saranno disponibili contemporaneamente nella prossima primavera, stesso periodo in cui il libro sarà venduto in America Latina. All’età di trent’anni Saramago inviò il manoscritto di Claraboia a una casa editrice che però non rispose all’autore né gli restituì il testo. Quarant’anni dopo la stessa casa editrice ritrovò il manoscritto durante un trasloco di un magazzino e contattò Saramago, ormai già famoso dal 1980 per Una terra chiamata Alentejo, comunicandogli di voler pubblicare il romanzo rimasto fino ad allora inedito. Saramago oppose tuttavia un netto rifiuto, sostenendo che era passato troppo tempo dalla stesura del libro. Così la decisione di pubblicare l’opera come postuma è toccata ai suoi eredi, riuniti nella Fondazione saramago. Per la vedova dello scrittore, Pilar del Rio, Claraboia è fondamentale per ricostruire il percorso dell’autore, perché in questo racconto Saramago appare già impegnato nella riflessione sul pessimismo, sulle responsabilità individuale e collettiva e sull’impegno per migliorare la società.