Roma, all'Auditorium gli stati generali della cultura

"Un paese come l’Italia che non investe in cultura e turismo è un paese che rinuncia a crescere e ad essere competitivo". Lo affermano Federculture, Anci, Upi, Conferenza delle Regioni e Legautonomie che convocano a Roma il 22 e 23 settembre, presso l’Auditorium parco della musica, gli stati generali della cultura, assise nazionale dei rappresentanti del settore per riaffermare che "seppure il momento richiede sacrifici, settori strategici come la cultura vanno rafforzati e rilanciati, per il contributo che, più di altri, possono dare al superamento della crisi. L’appuntamento, dal titolo Le città della cultura. Valorizzazione, partecipazione, competitività, rappresenta secondo gli organizzatori la "prima occasione per sindaci, amministratori, rappresentanti delle imprese e delle associazioni per lanciare un messaggio forte: il Paese ha bisogno di tornare a crescere ed ha le risorse per farlo. Cultura e turismo possono essere l’antidoto alla decadenza, la risposta al declino, la chiave per la ripresa. Ma – avvertono – se non si invertono le tendenze attuali già dal 2012 per questi settori si prospetta una drastica caduta della produzione e dell’offerta". Info: www.auditorium.com.