Ocra e rosso, torna a splendere il Colosseo

Sotto la coltre di nerofumo del Colosseo, determinata da polvere e smog, si nascondono l’ocra e il rosso, i veri colori dell’anfiteatro Flavio. La crosta di sporco è stata rimossa da getti di acqua nebulizzata e colpi di spazzole in nylon. «Solo tre mesi di interventi – scrive Carlo Alberto Bucci – hanno infatti liberato 14 pilastri dell’anfiteatro Flavio dalla crosta nera di sporco che li ricopriva dal Novecento. E offrono adesso uno squarcio di luce su come sarà il Colosseo quando verranno portati a termine, tra un paio di anni, i restauri che eseguirà la Soprintendenza statale, utilizzando i 25 milioni della sponsorizzazione di Diego Della Valle, sulla quale però la Uil la settimana scorsa ha presentato un esposto alla procura e alla Corte dei Conti».