Abo lascia il cda della fondazione Donnaregina

Achille Bonito Oliva lascia il cda della Fondazione Donnaregina e resta consulente della Metropolitana di Napoli per il progetto delle opere d’arte nelle stazioni. Motiva così il suo forfait: «Il Madre è stato un miracolo in un luogo come Napoli, città lazzarona ed emotiva che dimentica. L’arte contemporanea aveva trovato, dopo le esposizioni al Plebiscito, un suo approdo pubblico-istituzionale e una sua sede programmatica. Ma questo centrodestra, che non ha progettualità culturale né può contare su un personale intellettuale, incarna la Napoli pleblea, fedele solo al rito delle decapitazioni. E non me la prendo solo con la politica. A Napoli l’Università è passiva, non protesta, non produce figure di slancio, non getta grandi semi».