I bilanci di Art Basel

La 40a edizione di Art Basel ha chiuso i battenti domenica 14 giugno. Il punto d’incontro annuale del mondo internazionale dell’arte ha attirato quest’anno 61.000 artisti, collezionisti, curatori e appassionati d’arte di tutto il mondo, leggermente di più rispetto allo scorso anno. I galleristi, i conoscitori d’arte e gli operatori mediatici presenti sono concordi nell’affermare che si è trattato di un anno molto forte per la Mostra d’arte. La Art 40 Basel ha dimostrato chiaramente che il segmento di alta qualità del mercato dell’arte gode di ottima salute: i collezionisti hanno premiato l’eccellente materiale artistico e le presentazioni convincenti con acquisti costanti durante l’intera settimana. Più di 300 gallerie di 29 paesi hanno presentato opere di oltre 2.500 artisti alla 40a edizione della Mostra. Una delle manifestazioni più spettacolari di quest’anno è stata la rappresentazione de Il tempo del postino al Teatro di Basilea. Le tre serate hanno registrato il tutto esaurito, e molti appassionati d’arte hanno appositamente prolungato il loro soggiorno per questa presentazione unica nel suo genere. La mostra collettiva curata da Hans Ulrich Obrist e Philippe Parreno, che occupa tempo anziché spazio, ha proposto su un palcoscenico teatrale rappresentazioni consecutive di lavori artistici basati sul tempo. Info: www.artbasel.com (G. B.)

Articoli correlati