Ultimora

Giorgio Andreotta Calò all’Hangar Bicocca

 

Pirelli Hangar Bicocca si prepara all’inaugurazione di una mostra su uno degli artisti italiani più interessanti degli ultimi anni. Veneziano, ha rappresentato l’Italia alla 57esima Biennale di Venezia, si tratta di Giorgio Andreotta Calò, che dal 14 febbraio al 21 luglio sarà in scena con Città di Milano, a cura di Roberta Tenconi. Il suo lavoro parte da alcune pratiche concettuali e processuali tipiche degli anni Sessanta e Settanta e comprende sculture, installazioni ambientali su larga scala e interventi che modificano lo spazio circostante, anche utilizzando elementi naturali ricchi di significati simbolici,  come l’acqua, la luce e il fuoco. A partire da qui l’artista si è aperto nel tempo ad ulteriori evoluzioni e a materiali meno classici, come il caranto, lo strato argilloso sottomarino su cui sorge la città di Venezia. Un interesse, quello per i materiali organici, che rende la sua arte estremamente attuale rispetto al dibattito internazionale in corso sullo spreco e dispersione delle materie prime e sui cambiamenti ecologici. Per Città di Milano Giorgio Andreotta Calò ha creato opere specifiche sulla base di ricerche compiute sulla storia della società Pirelli, che hanno riemerso storie inedite del passato, come quella del relitto del piroscafo Città di Milano. In particolare, l’artista si è concentrato sulla scultura e ha proposto lavori del 2008 in dialogo con lavori attuali, ideati per l’Hangar Bicocca come parte integrante di un unico paesaggio, andando a modificare la percezione sull’ambiente e a far emergere le relazioni tra le opere stesse.

Commenti