Ultimora

Opere fiorite per celebrare la primavera, a Genzano l’opera di Veronica Montanino

Dal 10 giugno l’Infiorata di Genzano ospita le opere di Veronica MontaninoLa manifestazione, legata ai riti e ai culti della primavera, è arricchita da due lavori dell’artista che celebrano la vita attraverso un senso di generazione e trasformazione. La prima opera, e…e…e…, è realizzata dai maestri infioratori genzanesi, evoca già dal titolo una congiunzione, un accostamento di elementi uguali e diversi, generati dal colore e dalla sua natura vivace e stratificata. Come accade per la fioritura in natura, l’esplosione di sfere multicolore nel lavoro di Montanino, diventa cifra del perpetuarsi della vita.

Un’estetica che si sviluppa in orizzontale, non sequenziale, priva di un centro e di gerarchie, questa è la caratteristica delle opere dell’artista, che si affidano a principi di omogeneità ed eterogeneità, singolarità e pluralità in continuo dinamismo. L’esposizione prosegue nelle sale di palazzo Cesarini Sforza, nelle quali la proposta dell’artista si colloca ancora una volta in orizzontale, decostruendo la consueta relazione che osservatore e opere d’arte intrattengono negli spazi chiusi. Sguardo a terra quindi, dove l’opera Tritonia, trattenuta in una teca di vetro, sfoggia la sua collezione di germinazioni, efflorescenze che emergono direttamente dal lastricato della sala. Una natura liquida fatta di oggetti multiformi e cromie che innescano un continuo rimando di sensi. L’intervento è realizzato in collaborazione con lo Studio d’Arte Campaiola di Roma.

Info: www.comune.genzanodiroma.roma.it

Commenti