Ultimora

Onu, La Missione Permanente d’Italia presenta la mostra di Annalaura di Luggo

L’1b Neck Area del quartier generale delle Nazioni Unite ospita dall’11 al 15 giugno la mostra BLIND VISION – A Journey of Light firmata dall’artista napoletana Annalaura di Luggo. Promossa dalla Missione Permanente d’Italia presso l´ONU, la mostra è presentata in esclusiva ai giornalisti l’11 giugno. Da tempo la ricerca della di Luggo ruota attorno a uno studio sulla percezione umana, attraverso macrofotografie dell’iride di una serie di soggetti selezionati, associate a momenti di condivisione sociale e relazionale. L‘iride per l’artista è il simbolo dell’identità, concetto già analizzato nel progetto Occh-IO / Eye-I che ha sviluppato in diversi paesi e luoghi intorno al mondo, avendo l’opportunità di entrare in contatto con individui di tutti i livelli sociali, razze e culture. Come parte del suo processo creativo, l’artista sviluppa una conversazione intima ed empatica con ogni soggetto ritratto per esplorare il rispettivo universo interiore: le opere includono, conservandole, le tracce della personalità dei personaggi, i loro pensieri e le loro emozioni. Blind vision, in particolare, nasce dall’interesse dell’artista nell’esplorare l’universo delle persone non vedenti che percepiscono quindi la realtà con sensi diversi dalla vista. L’esperienza di Blind Vision è diventata un’installazione multimediale che raccoglie una raccolta di storie, sentimenti e riflessioni su come la società percepisce persone che hanno difficoltà a vedere. Info: www.annalauradiluggo.it

Commenti