Foto

Kannisto, A Song System

La galleria modenese Metronom ospita dal 30 maggio al 21 luglio la mostra di Sanna KannistoA Song Systema cura di Chiara Bardelli Nonino. Artista finlandese, Kannisto porta avanti una ricerca basata sulla comunione inaspettata tra esseri di specie diverse, dai passeriformi, ai pipistrelli o i colibrì, che si traduce in immagini che tracciano paralleli inconsueti tra mondi apparentemente lontanissimi. La mostra costruisce una mappa per orientarsi nel lavoro della fotografa, un mondo in cui convivono l’immensa biodiversità della foresta tropicale e il minimalismo del paesaggio scandinavo, il rigore dei procedimenti scientifici e l’assoluta libertà dell’arte, la fissità dell’immagine fotografica e la tensione degli animali immortalati in tutta la loro vitalità. Anche tra il linguaggio nei neonati e il canto negli uccelli esistono sorprendenti parallelismi. A differenza di gran parte dei mammiferi superiori e degli altri primati, negli umani, uccelli canori, colibrì e in alcuni cetacei e pipistrelli la capacità di comunicare vocalmente non è innata ma va appresa, con una complessa rete di esperienze che può essere riassunta nella capacità di ascoltare la propria voce e di interagire e imitare quella degli altri. Negli uccelli canori è stata scoperta nel 1976 una serie di strutture cerebrali che regola proprio questo: si chiama il sistema del canto. Song System, appunto. Info: www.metronom.it

Commenti