Ultimora

Romaeuropa Festival compie 30 anni e apre con Robert Lepage

Settantacinque giorni di spettacolo, cinquanta appuntamenti e oltre trecento artisti da ventuno paesi diversi. Questi sono i numeri dell’edizione 2015 del Romaeuropa Festival, che quest’anno festeggia il suo trentesimo compleanno sotto il titolo RiCreazione. Per l’occasione, la rassegna torna dal 23 settembre all’8 dicembre con tantissime novità che includono spettacoli di teatro, circo, danza, arte contemporanea, tecnologia e musica messi in scena in 15 diversi spazi della capitale, dal Maxxi al Teatro Argentina, dalle Terme di Diocleziano al Macro La Pelanda fino all’Auditorium. Stamattina, alla conferenza stampa per l’apertura della manifestazione, la presidente della Fondazione Romaeuropa Monique Veaute ha voluto precisare: «Trent’anni fa nasceva l’idea di un centro di accoglienza per la produzione culturale a Villa Medici. Quest’anno il tema è la luce e la grande novità per il futuro l’ha offerta la soprintendenza archeologica di Roma permettendo di ospitare Romeo Castellucci con i frammenti dal Giulio Cesare nelle Terme di Diocleziano. E questo è un modo di penetrare nell’anima archeologica di Roma mettendola in confronto con la modernità». Presente alla conferenza, anche il sindaco di Roma Ignazio Marino che ha così commentato la rilevanza del del festival nella capitale: «Se questo festival è arrivato alla 30esima edizione qualche motivo ci sarà. La ricchezza e varietà del cartellone nei decenni sono state tali da consentirne durata e crescita, e anche quest’anno è estremamente poliedrico e raffinato». Ad aprire il festival sarà lo spettacolo al Teatro Argentina di Robert Lepage 887, già atteso dal pubblico impazientemente. Info: www.romaeuropa.net/social

 

Commenti