Personaggi

Scatole per narcisi

Look at you – Guardati è il novo progetto espositivo di Chiara Dynys presentato per la prima volta integralmente allo spazio Borgogno di Milano, in collaborazione con la collezione Vaf-Stiftung e il museo Pecci. La Dynys crea questo percorso appositamente per lo spazio postindustriale di Ripa di Porta Ticinese 113, sviluppando una tematica ricorrente della propria ricerca artistica: l’integrazione e la relazione tra i visitatori e l’opera d’arte. Un intero formato da due parti distinte, Look at you – Guardati e Nulla cade nel vuoto / Nulla nel vuoto una prima anticipata dalla galerie Hollenbach di Stoccarda e l’altra completamente inedita.

La mostra è presentata come una lunga successione di differenti scatole trasparenti e disposta come in una moderna quadreria in ordine sparso lungo una parete; all’interno di ognuna si crea un microambiente espositivo, che invita lo spettatore a osservare da vicino ogni scatola, gesto questo che lo porta piuttosto a soffermarsi sulla propria immagine riflessa sul fondo specchiante. All’atto di guardare si sostituisce la vanità, interrotta continuamente dall’opera d’arte, dal riflettersi dal colore; l’invito a guardarsi, che da il titolo all’opera e all’intera mostra, diventa allora una sollecitazione a prendere coscienza dell’inevitabile incompletezza della visione. Nella seconda parte due trittici a sportelli richiudibili, di vaga ascendenza religiosa, si presentando come superfici specchianti nere sulle quali sono incisi due motti apparentemente in contraddizione fra loro: l’impossibilità affermativa del primo Nulla cade nel vuoto, sembra opporsi alla totale negazione della sua contrazione Nulla nel vuoto. Per Chiara Dynys in realtà costituiscono entrambi la rivelazione della presenza dell’osservatore che si riflette nell’opera così come dell’ambiente che li contiene, a dispetto dell’abisso che astrattamente li separa.

L’artista nasce a Mantova, vive e lavora a Milano. Nel corso della sua carriera ha esposto in numerosissime gallerie italiane e straniere e ha partecipato a importanti rassegne internazionali come ad esempio le XII e XVI Quadriennale di Roma nel 1996 e nel 2005, le mostre personali alla rotonda della Besana e al palazzo Reale nel 2007 a Milano; al museo Bilotti di Roma, allo Zkm di Karlsruhe e a villa Litta Panza in Varese nel 2008; al Cact di Chiasso nel 2009; al Ciac di Foligno nel 2010, a palazzo Zambeccari in Bologna e all’ambasciata d’Italia a Damasco nel 2011.

fino al 8 settembre

Spazio Borgogno, Ripa di porta Ticinese 113, Milano

info: www.spazioborgogno.wordpress.com

Commenti