Yayoi Kusama sorprende, come sempre: record di visite a Bergamo

Yayoi Kusama è in una mostra da record a Palazzo della Ragione a Bergamo. L'esposizione "Infinito Presente" ha raggiunto i 93mila visitatori!

Yayoi Kusama continua a stupirci (e verrebbe effettivamente da dire, come sempre!). L’artista giapponese, fra le più popolari per il panorama contemporaneo, è in mostra a Bergamo in Infinito Presente e la sua esposizione ha per ora raccolto una vera e propria folla da record, tanto gli organizzatori hanno scelto di prorogarla sino al 21 aprile prossimo, circa un mese in più rispetto alla durata originariamente prestabilita. Il curatore Stefano Raimondi ha confermato che si è non a caso trattato del «miglior risultato per l’arte contemporanea» per una città come Bergamo.

Si parla non a caso di “fenomeno Yayoi Kusama“, proprio perchè l’artista giapponese classe 1929, è considerata un fenomeno di massa globale, icona pop su scala planetaria. Anche l’esposizione di Bergamo (da vedere per chi ancora non lo abbia fatto), presenta un piccolo record. Infatti, per la prima volta in Italia è arrivata una delle sue più celebri installazioni, Fireflies on the Water (2002), una piccola stanza buia rivestita di specchi su tutti i lati e luci appese al soffitto.

La sua arte è virale su qualunque social e il mondo del luxury ne è affascinato. Si pensi alla capsule collection realizzata da Louis Vuitton, in cui la sua creatività ha sapientemente incontrato il savoir-faire della maison francese, La sua parabola artistica, la narrativa tipica delle sue opere, è qualcosa di assolutamente straordinario, unico e fuori dal comune: poesia, videoarte, installazioni, dipinti con influenze che spaziano dal concettualismo al pop art. Sessualità femminismo e allucinazioni, indagini psicologiche ed esperienze di una vita piena e davvero vissuta, sono le tematiche portate avanti dalla sua arte.

Ricordiamo anche, visto l’ondata di vicende che sta attraversando la Biennale di Venezia in questo periodo, che nel 1996 l’artista partecipò per la prima volta all’esposizione con Narcissus Garden, mettendo in piedi una performance non ufficiale e venendo bloccata dagli organizzatori. Attraverso sfere di plastica riflettenti, l’artista mostrava un cartellone che esibiva il narcisismo dello spettatore. Si trattava di una vera e propria provocazione poichè chi non riusciva a distaccarsi dalla propria immagine riflessa (ahimè!), poteva acquistare tali sfere per – soli – 2 dollari l’una.

Infinito Presente
Dal 17 novembre 2023 al 21 aprile 2024, Palazzo della Ragione, Bergamo
info: infinitopresente.it

Articoli correlati