Musei gratis? Tra Sangiuliano e Sgarbi è polemica. «L’Italia è fin troppo generosa», le parole del neo Ministro

Scintille tra i due, ma il sottosegretario non molla e ribadisce l'importanza di aprire i musei ai residenti: «Non è questione di soldi, ma di democrazia»

L’accesso gratuito ai musei è forse il primo tema a infiammare il Ministero della Cultura a pochi giorni di distanza dall’insediamento di Gennaro Sangiuliano e della nomina di Vittorio Sgarbi a sottosegretario.

Proprio sul tema, infatti, nell’ultima settimana i due si sono scontrati con pareri discordanti: se Sgarbi è favorevole ad estendere la gratuità, Sangiuliano ribadisce che il sistema dei biglietti va bene com’è e, anzi, che l’Italia è fin troppo “generosa” rispetto ad altri paesi Europei. «Il Louvre costa 17 euro, il Moma a New York che prima era gratuito oggi costa 25 dollari, la Torre Eiffel costa più della torre di Pisa che personalmente preferisco – ha affermato il Ministro – Già non facciamo pagare tutti i giovani dell’Unione Europea fino ai 18 anni, poi dai 18 ai 25 anni pagano due euro, cifra abbastanza irrisoria, poi come è giusto e sacrosanto non pagano i disabili e poi c’è un sistema di convenzioni per gli anziani e con i comuni». Un’uniformazione agli standard europei che per Sangiuliano andrebbe di pari passo con una serie di misure di rilancio anche sul piano dei nuovi concorsi e di assunzioni a tempo determinato per il Pnrr, che permetterebbero di immettere nuove forze nel sistema.  Nonostante ciò, il Ministro rassicura che le domeniche gratuite verranno mantenute, e che, anzi, si sta muovendo per instituire nuovi momenti gratuiti per giornate storiche, come il 2 giugno o il 4 novembre.

Diverso il punto di vista di Vittorio Sgarbi che, ospite di Rai Radio1, ha ribadito la necessità di promuovere musei aperti e liberi per tutti durante le ore serali, dalle 18 e almeno fino alle 21, in modo che la gente che lavora non può andarci di giorno, possa visitarli gratis nelle ore libere. «Non è questione di soldi, ma di democrazia – spiega Sgarbi invitando Sangiuliano a rivedere la sua posizione – La gratuità dei musei deve valere per i residenti».

Articoli correlati