A due anni dalla scomparsa di Germano Celant, arrivano le giornate di studio a lui dedicate

Da una proposta dell’Accademia Nazionale di San Luca, il programma di incontri dedicato al critico d’arte ripercorre la sua intensa carriera

A due anni dalla sua morte, otto grandi istituzioni dell’arte italiana ricordano Germano Celant, dando vita ad un ricco ciclo di Giornate Tematiche, una serie di incontri a cadenza mensile dedicati alle sue passioni, dal titolo Germano Celant. Cronistoria di un critico militante.
L’iniziativa – a cura dello Studio Celant – è nata da una proposta dell’Accademia Nazionale di San Luca e realizzata insieme a: Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee – Museo Madre, Fondazione Giorgio Cini, Fondazione Prada, MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Triennale Milano.

Studioso, curatore di mostre epocali, autore di centinaia di pubblicazioni, Germano Celant è stato molto più di un critico d’arte. Come ricorda Marco Tirelli, vice presidente dell’Accademia Nazionale di San Luca “in vita, è stato un collettore, ma anche un gran generatore di energie e questi incontri permetteranno, come non mai, di addentrarci in profondità nel suo approccio, nella sua metodologia di lavoro, nei suoi criteri teorici ed organizzativi, nel suo modo di rapportarsi agli artisti e, ultimo ma non meno importante, la sua influenza sugli sviluppi dell’arte a lui successiva”.
Aperte la pubblico, le Giornate tematiche di studio intendono non solo ripercorrere la sua intensa carriera, ma anche creare le premesse per sviluppare un’approfondita riflessione sul suo operato grazie alla partecipazione di artisti, critici, architetti, collezionisti, curatori, direttori di istituzioni con cui Celant ha collaborato nel corso di oltre cinquanta anni di lavoro.

Gli appuntamenti si svolgeranno in ciascuna sede dei diversi musei coinvolti, concludendosi il 20 aprile 2023 con una lectio magistralis di Salvatore Settis presso l’Accademia Nazionale di San Luca a Roma.

Tutti gli interventi delle Giornate saranno poi raccolti in un volume, edito da Skira, come strumento di studio sull’attività di Germano Celant ma anche testimonianza di quanto realizzato.

Il calendario degli eventi:

  • 28 settembre 2022, Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, L’attività di Germano Celant in rapporto alla genesi e agli sviluppi dell’Arte povera a Torino
  •  6 ottobre 2022, Triennale di MilanoAllestimenti delle mostre metodologia espositiva nella pratica curatoriale di Germano Celant
  • 27 ottobre 2022, Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee – Museo MadreL’attività critica di Germano Celant e le sue incursioni nel territorio campano
  • 15 novembre 2022, MAXXIGermano Celant in dialogo con il linguaggio architettonico
  • 3 dicembre 2022, Fondazione PradaIl metodo espositivo di Germano Celant alla Fondazione Prada: dalle mostre a carattere monografico all’interdisciplinarità dei linguaggi nei progetti tematici
  • 25 febbraio 2023, Centro PecciLa scrittura editoriale di Germano Celant e i legami con il suo archivio
  •  2 marzo 2023, Fondazione CiniL’attività e il rapporto di Germano Celant con le istituzioni veneziane.