Fondazione Prada nomina il nuovo curatore del suo programma cinematografico, Paolo Moretti

Attualmente responsabile del dipartimento cinema dell’ECAL, scuola d’arte e design di Losanna, Moretti prenderà servizio a gennaio 2023

A partire da gennaio 2023 Paolo Moretti sarà il nuovo curatore del programma cinematografico di Fondazione Prada, con l’incarico di coordinare la proposta della Fondazione nell’ambito dei linguaggi audiovisivi e filmici.

Paolo Moretti è attualmente il responsabile del dipartimento cinema dell’ECAL, scuola d’arte e design di Losanna, e il direttore del cinema d’essai Les Cinémas du Grütli di Ginevra. Tra novembre 2018 e giugno 2022 è stato delegato generale della Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes. Dal 2012 collabora con il festival Visions du Réel a Nyon in Svizzera, come membro del comitato di selezione (2012-2018) e attualmente come consulente artistico. Tra il 2012 e il 2018 è stato membro del comitato di selezione del festival FIDMarseille. È produttore associato del lungometraggio indipendente americano L for Leisure di Lev Kalman e Whitney Horn, presentato al Rotterdam Film Festival (IFFR) nel 2014. Tra il 2014 e il 2019 è stato direttore del Festival Internazionale de La Roche-sur-Yon e del cinema d’essai Le Concorde. Nel 2014 e 2015 è stato responsabile della programmazione di Pariscience, festival di cinema scientifico di Parigi. Nel 2012 e 2013 è stato consulente alla programmazione della Festa del Cinema di Roma per la sezione CinemaXXI. Dal 2008 al 2011 è stato assistente del direttore e consulente alla programmazione della Mostra del Cinema di Venezia, in particolare per la sezione Orizzonti. Tra il 2001 e il 2008 ha lavorato per diversi festival e istituzioni cinematografiche in Europa, tra cui Cinéma du Réel, il Leeds Film Festival, la Filmoteca Española, la Cinemateca Portuguesa e il Centre Pompidou.

Paolo Moretti ⒸECAL Santiago Martinez

Il Cinema di Fondazione Prada, attivo all’interno della sede di Milano ogni weekend, propone un’intensa programmazione in lingua originale. Questo impegno nasce da una profonda riflessione sulla funzione e il significato della presenza di una sala di proiezione all’interno di un’istituzione dedicata alla cultura e alle arti visive. Il cinema è infatti inteso come un luogo fondamentale di formazione intellettuale e un laboratorio di nuove idee. La programmazione include un’ampia varietà di formati e linguaggi visivi arricchendosi anche delle collaborazioni con cineteche e istituzioni internazionali.

Classici, lavori sperimentali, prime visioni, opere d’avanguardia, prodotti televisivi, film rari e restauri convivono in un’offerta complessa, ambiziosa e senza gerarchie predefinite. Il Cinema di Fondazione Prada dà l’opportunità a un pubblico eterogeneo, composto da spettatori comuni, appassionati, curiosi, esperti e studenti, di esplorare liberamente geografie, storie e generi cinematografici sempre diversi, organizzando anche incontri pubblici con figure storiche ed emergenti del panorama internazionale.